ASD Pedale Brusaporto - Racconto Gemellaggio Pedale Brusaporto-Ciclo Sporto Casale Monferrato- ASD PEDALE BRUSAPORTO

Pedalando tra colline e vigneti del Monferrato Gemellaggio Ciclo Sport Casale-Pedale Brusaporto


E’ Domenica 2 Giugno quando si parte di primo mattino da Brusaporto per pedalare insieme agli amici di Casale Monferrato, in nome esclusivamente del forte legame di amicizia che si è instaurato tra i due gruppi ciclistici. L’appuntamento è giunto alla quarta edizione e risulta essere, con grande soddisfazione di tutti, molto partecipato da ciclisti e simpatizzanti di entrambi i gruppi. 

Il ritrovo è fissato presso la Pro Loco di San Giorgio Monferrato, una località di 1.200 abitanti situata a pochi Km da Casale Monferrato, dove viene messa a disposizione la palestra con tanto di spogliatoio e docce. Dopo i convenevoli e la foto di rito si parte per la pedalata! Siamo in tanti, anzi tantissimi! Il tratto iniziale appena fuori dalla Pro Loco è subito in salita e ci fa capire che il caldo, unito ai saliscendi tipici della zona, ci farà un poco sudare!

Superato il primo tratto di salita percorsa “a freddo” si procede in discesa verso Casale M.to, il gruppo pedala unito, il sole splendente esalta i colori delle divise sociali che mescolandosi tra di loro creano una bella combinazione. E’ uno degli aspetti che caratterizza da sempre questo gemellaggio, si pedala insieme, senza “ansia da prestazione”, potendo così godere di quanto offre il bellissimo ambiente circostante. 

Dopo aver attraversato l’abitato della cittadina casalese, con in testa al gruppo l’ammiraglia a fare da apripista, ci si dirige verso Sud in direzione Camagna M.to, un piccolo borgo che si estende su un colle dove al centro domina la bellissima chiesa Parrocchiale (intitolata al patrono Sant’Eusebio). Una volta giunti sul posto, durante la breve sosta, possiamo ammirare da vicino la chiesa in tutta la sua bellezza e dopo aver riempito le borracce si riparte.

Il seguito del percorso è un succedersi di saliscendi, con bellissime viste panoramiche delle colline del Monferrato, nel corso del quale si attraversano piccoli borghi, uno più bello dell’altro, situati tra le province di Alessandria ed Asti. Si arriva così a Vignale M,to, paese che insieme a Camagna M.to e ad altri sette comuni di questa zona del monferrino appartiene al sito “Paesaggio vitivinicolo del Piemonte: Langhe-Roero e Monferrato” che ha ottenuto il riconoscimento di Patrimonio Mondiale dell’Unesco. Superata Vignale ci si dirige verso Casorzo che, per il sottoscritto, in qualità di appassionato di vini, si rivela una chicca. Il cartello stradale che ci accoglie recita infatti: Casorzo Paese della Malvasia! Dopo averla assaggiata presso la cantina sociale del paese, dove gli amici di Casale hanno organizzato la gradita sosta, viene da dire: “E che Malvasia!”. Buonissima! 
Terminato il “pit stop” ci si rimette in sella ed a qualcuno la Malvasia genera effetti benefici che si manifestano lungo il tratto di strada che conduce a Moncalvo, in quella che viene definita “la più piccola città d’Italia”. Siamo in provincia di Asti, a circa 300 metri di altitudine dove in questo angolo del Basso Monferrato, circondato da storia e borghi, il tempo sembra essersi fermato. A Moncalvo si rifugiava spesso, stanco della noiosa vita di corte, il primo re d’Italia, Vittorio Emanuele II, che al termine di una lunga giornata di caccia amava ristorarsi con un abbondante piatto di bollito misto con le salse, innaffiato da un barbera forte e generoso. 

Il gruppo lungo la strada che porta a Moncalvo si fraziona a causa di qualche rampa un poco arcigna e si ricompone nella piazza cittadina. Sono circa le 11 ed il caldo si fa sentire. Si ritorna in sella e si affronta un tratto di discesa con un paio di tornanti veloci, terminata la quale ci si immette su una strada rettilinea. Il gruppo inizialmente pedala schierato a “gregge di pecore” e poi, in seguito ad un giusto richiamo, si schiera in ordinata e lunga fila indiana. Siamo lungo la strada che porta verso il ritorno a San Giorgio, le ultime rampe prima dell’arrivo spaccano nuovamente il gruppo, infatti si arriva alla spicciolata, ma ormai il traguardo è raggiunto e le fatiche sono terminate. 

La seconda parte della giornata è altrettanto piacevole ma presenta comunque altre fatiche da affrontare: salumi, agnolotti, carne mista alla griglia, dolce e vino, sono le asperità dell’eccellente e ricco percorso enogastronomico del pomeriggio! Per l’occasione è stata preparata una torta dedicata e persino una bottiglia di vino, con etichetta personalizzata a ricordo dell’evento, distribuita a tutti i partecipanti! L’organizzazione è a dir poco superlativa, la gentilezza, la cordialità e la generosità che contraddistingue gli amici di Casale è difficilmente rappresentabile attraverso le parole. La giornata si conclude con i ringraziamenti del Presidente del Ciclosport Casale, del Presidente della Pro Loco e del Sindaco di San Giorgio, ai quali tutto il Pedale Brusaporto vuole esprimere l’apprezzamento e la gratitudine per l’accoglienza e l’ospitalità riservata. 

Grazie amici di Casale! 

Prossimo appuntamento a Brusaporto! 

2 Giugno 2019 - Stefano Testa